How to use video marketing to promote your small business | Mosaicoon Blog

Promuovere una piccola attività con il video marketing

Blog

Che il video marketing sia un lusso riservato ai grandi brand è un pregiudizio difficile da smontare.

Molte piccole e medie imprese non provano neanche a progettare una video strategy, scoraggiate dall’idea di non avere le competenze giuste o risorse sufficienti.

Quest’idea, però, è vera solo a metà.

Il video è indubbiamente un prodotto complesso, ma la tecnologia ha snellito il processo di produzione rendendolo decisamente più semplice ed economico. Contenuti di alta qualità possono essere girati, montati ed editati in digitale; attrezzature e strumenti professionali sono accessibili a molti più videomaker, che possono evitare di strutturarsi eccessivamente e riuscire a contenere i costi.

Perché allora il prezzo dei video rimane alto? La ragione, di solito, è che la creatività è difficile da scalare. Un video corporate o un explainer in motion graphics sono progetti abbastanza semplici, ma quando entrano in gioco concept creativi e storytelling la situazione si complica. Pensa solo alla trafila di presentazioni, revisioni e approvazioni tra il brief e la consegna del video finito.

Se hai una piccola attività, puoi ridurre tempi e costi attraverso una strategia ben strutturata.

Ecco i passi da seguire.

    1. Stabilisci chi sarà responsabile delle attività di video marketing. Non serve una figura ad hoc: basta che la persona designata abbia compiti definiti e accesso al budget, e che abbia le competenze minime necessarie per discutere e negoziare con i vari fornitori.
    2. Definisci i tuoi obiettivi. Il video marketing è uno strumento: per che cosa vuoi utilizzarlo? Aumentare la notorietà del tuo brand? Riposizionarlo? Raggiungere un nuova fetta di pubblico? Lanciare un prodotto? Fare chiarezza sui risultati da ottenere e comunicarli al responsabile dell’attività è una condizione imprescindibile per il successo.
    3. Identifica il tuo target, e fallo nel modo più preciso possibile. Solo comprendendo a fondo gli interessi, i bisogni e i comportamenti del tuo pubblico potrai sviluppare una video strategy efficace. Conoscere il target ti servirà anche a scegliere i canali di comunicazione su cui distribuire il tuo video.
    4. Crea una video marketing roadmap. Punta su una comunicazione frequente e costante, anziché su campagne one shot. Metti a fuoco i traguardi che vuoi raggiungere in un anno e pianifica le tattiche da mettere in atto.
    5. Capisci come misurare la performance. Tenere d’occhio i tuoi KPI ti aiuterà a capire come migliorare progressivamente i risultati delle tue campagne.
    6. Scommetti sul branded video content. Non pensare che il tuo prodotto o servizio debba essere sempre in primo piano: le statistiche dimostrano che gli utenti apprezzano di più i video che “non sembrano pubblicità”, specialmente sui social. Racconta storie in cui il tuo target si può riconoscere e conquistalo instaurando una connessione a livello emozionale. Il branded video content è anche economico ed efficiente: con una soluzione come Mosaicoon, ad esempio, puoi trovare video creativi di alta qualità, visualizzarli in anteprima e personalizzarli in tempi rapidissimi. In questo modo, abbatterai i costi del processo creativo tradizionale.

Vuoi provare la soluzione Mosaicoon?

Puoi farlo gratis! Iscriviti qui.