4 key steps to a successful video strategy | Mosaicoon Blog

4 step chiave per una video strategy di successo

Blog

Il video è il nuovo re della content strategy. Abbiamo già evidenziato i motivi per cui le aziende puntano sempre più su contenuti video per raggiungere i propri obiettivi in un post recente.

La chiave del successo non sta nei video in sé, ma in come vengono usati per comunicare. Se vuoi costruire una video strategy efficace e sfruttare al meglio il tuo budget di marketing, tieni conto di queste 4 evidenze.

 

1. I video non sono tutti uguali

l video che “non sembrano pubblicità”, ovveri quelli più informativi, autentici e coinvolgenti, sono quelli che le persone apprezzano di più. Per questo ogni azienda dovrebbe investire in branded video content, oltre che in video di prodotto. Realizza e condividi video in cui la storia viene prima, pensati per condividere i valori del tuo brand e creare una connessione emotiva con gli spettatori.

2I media non sono tutti uguali

Ogni social network ha le sue caratteristiche e le sue best practice per i video. La performance dei video varia sensibilmente al variare di una serie di fattori, tra cui il formato, la durata e la declinazione creativa.

Per questo motivo, “riciclare” i video prodotti per un canale su tutti gli altri non può essere una strategia vincente. Difficilmente uno spot TV avrà le caratteristiche per funzionare su Facebook, così come un video pensato per Facebook non avrà performance altrettanto soddisfacenti su Instagram o su YouTube. Per risultati ottimali, realizza contenuti differenziati per ciascun medium, tenendone in considerazione le specificità.

3. Non è bello ciò che è bello, ma è bello ciò che funziona

La creatività non è una scienza esatta. I risultati di un video non si possono prevedere a priori; in gioco entrano moltissime variabili, molte delle quali impossibili da controllare. È il caso del contesto e del momento in cui il video viene fruito, oltre che del gusto di chi lo guarda. Per questo è fondamentale condurre dei test A/B, ovvero confrontare due o più versioni di uno stesso contenuto, verificando quale performa meglio e riallocando il budget per promuovere la versione più efficace.

Evita di investire il 100% del tuo budget in una campagna di video advertising “sbagliata”, testando diverse creatività e diverse versioni dello stesso video per individuare il contenuto che funziona meglio sul tuo target. I test possono riguardare diversi elementi del video, dall’idea creativa alla musica, dal formato alla durata, dal voiceover al copy e alla brandizzazione.

4. Repetita non sempre iuvant

Hai mai sentito parlare di banner blindness? È quello che succede quando il tuo target è esposto allo stesso contenuto pubblicitario talmente tante volte da finire per ignorarlo. Si tratta di un fenomeno che interessa l’86% degli utenti sul web: sottovalutarlo può vanificare i tuoi investimenti pubblicitari.

Per aggirare il problema, aggiorna i tuoi contenuti video con frequenza, in modo da tenere alto l’interesse del tuo pubblico con messaggi variegati e interessanti.

Riepilogando: quando strutturi la tua video strategy, affidati ai dati anziché all’istinto e metti in atto questi 4 step.

  1. Utilizza video diversi in base a seconda dei tuoi obiettivi di comunicazione
  2. Differenzia i contenuti in base ai canali su cui distribuirli: Facebook non è YouTube, e YouTube non è Instagram!
  3. Testa varie creatività e versioni del video per individuare quelle che funzionano meglio sul tuo target.
  4. Lancia, monitora e ottimizza campagne video con frequenza per mantenere alto l’interesse dei tuoi utenti e il tuo click-through rate.

Se pensi che tutto questo sia fuori dalla tua portata, non hai ancora provato Mosaicoon!

Registrati gratuitamente e scopri come scalare le tue campagne di video marketing.